Tutti gli articoli di LG

Risultati Trofeo delle Grigne Evangelista Ferrario a.m.

Ha vinto Eros Radaelli, classe 1990, del Gruppo sportivo ASD Falchi – Lecco, che ha tagliato il traguardo 57 minuti e 17” dopo la partenza. Alle sue spalle, distanziati di ben 3 minuti, Cristian Terzi, 40 anni, delle Valli Bergamasche Leffe e Davide Panzeri, 47 anni, del Gruppo Osa Valmadrera. Il Gruppo ASD Falchi ha inoltre vinto la classifica a squadre.

Ben 63 gli atleti che si cimentavano per la prima volta con questa competizione, mentre sono 36 coloro che si recavano al rifugio Elisa per la prima volta.

Ecco le classifiche: Classifiche 2018
Ecco le fotografie 2018 scattate nei pressi del rifugio Elisa.

Vai all’articolo Il Punto Stampa.

Vai all’articolo LeccoNotizie. 

Vai all’articolo Lecconline.

Invitiamo tutti coloro che volessero farlo a lasciarci un commento sulla gara disputata oggi all’indirizzo info@caigrigne.it.

Elezioni nuovo Consiglio Direttivo

Si avvicina il fine mandato per il Consiglio Direttivo ad oggi in carica. Invitiamo fin da subito coloro che volessero candidarsi a presentarsi in sede per la notifica. Cerchiamo ovviamente energie nuove e fresche per dare nuova linfa al sodalizio. Le elezioni si terranno a fine novembre.

Domenica 22 luglio 2018 – Gita Sociale

2018-07-05_082638Julierpass (La Veduta, 2233 m) – Forcola Lejet (2771 m) – Marmorera (1684 m)

Ore 6.30 ritrovo presso parcheggio Moto Guzzi e partenza per Julierpass
Ore 9.00 arrivo alla località La Veduta ed inizio escursione
Ore 19.00 rientro a Mandello del Lario
DISLIVELLO +478m, -1027m, DIFFICOLTA’ E, TEMPO PERCORRENZA 5h

Si parte dalla località La Veduta, poco sotto il Julierpass, si prende il sentiero della Valle dell’Agnel. A quota 2568 m c’è un bivio a sinistra e si continua la salita fino alla Fuorcla Lejet 2711 m dove si incontra un piccolo lago; poi ha inizio la discesa nella Val da Natons. Incontriamo un altro bivio, ma entrambi i sentieri portano a Marmorera.

Iscrizioni presso la Sede Sociale di Via Riva dell’Ospizio entro venerdi 20 luglio 2018

Domenica 14 ottobre 2018 – 23° Trofeo delle Grigne

2018-06-24_10155823° Trofeo delle Grigne Evangelista Ferrario a.m. – corsa Molina, rif. Elisa

In una atmosfera dipinta di colori autunnali… lungo un percorso che ha fatto la storia di Mandello… il rifugio storico del Cai Grigne… al cospetto dei Sasso Cavallo e dei Carbonari da una parte e delle creste selvagge del versante settentrionale della Grignetta… Tenetevi pronti ! Vai allo storico dell’evento … modulo-iscrizione, modulo-iscrizione-minori.

Scaricate e leggete il Regolamento 2018

Premio Rosa Camuna 2018

DSC00094Il prestigioso riconoscimento è stato istituito dalla Giunta Regionale della Lombardia per riconoscere pubblicamente ogni anno l’impegno, l’operosità, la creatività e l’ingegno di coloro che si sono particolarmente distinti nel contribuire allo sviluppo economico, sociale, culturale e sportivo della Lombardia.
Tra le numerose attività della Sezione Grigne del Club Alpino Italiano spicca nel 1964 la nascita, prima in assoluto in Italia, di una Scuola Elementare di Comportamento in Montagna, la SECIM.
Il 10/06/1964 la Commissione Alpinismo Giovanile del C.A.I. esprimeva plauso ma soprattutto ammirazione per una attività che ogni anno si sarebbe poi ripetuta ininterrottamente a Mandello.
Centoundici bambini nel 2017, oltre seimila dal 1964 ad oggi, hanno beneficiato di un programma che da subito ha avuto un suo Regolamento Generale finalizzato a “portare in montagna in maniera organizzata ed educativa” bambini della scuola elementare.
Le escursioni della SECIM, oggi come allora, non possono essere fini a se stesse, ma impongono obiettivi di educazione ecologica, antinfortunistica e culturale:
1-    Far conoscere e rispettare ai ragazzi i luoghi, l’ambiente, la flora e la fauna del gruppo delle Grigne e non solo;
2-    Insegnare loro a muoversi in un territorio aspro e difficile con i principi di buon comportamento, ordine, disciplina, rispetto degli altri e prudenza;
3-    Insegnare ai ragazzi ad essere autonomi, a procedere con una corretta distribuzione degli sforzi ed una corretta alimentazione.
La SECIM  rappresenta anche un raro esempio di collaborazione tra diversi Enti territoriali: da subito ed ancora oggi la Direzione scolastica ed il CAI lavorano armonicamente allo stesso progetto.
Guardando qualche vecchia fotografia dei primi due corsi SECIM riaffiorano ricordi a frammenti: adunata del giovedì mattina; camminate in fila indiana; un pasto al sacco all’ombra del Fungo, uno alla Foppa; domande di geografia e botanica… e qui i ricordi si confondono con quelli legati alla generazione dei figli: …i quiz da compilare; l’inno della SECIM da imparare; e nel frattempo le gite sono diventate la domenica, ed invece di poltrire a letto devo accompagnare i figli all’adunata;… e tra poco sarà la volta dei nipotini… il tempo vola!
Questo sarà il 54° anno di attività.
I migliori complimenti a quanti hanno dedicato tempo e fatica, e soprattutto si sono assunti la responsabilità di ideare, pianificare, realizzare, iniziare e proseguire una strabiliante attività sociale ed educativa!