Archivi categoria: Notizie

1924-2024: Il logo del Centenario

logo-cai-100calendario-gennaioPresentato in dicembre il logo dedicato al 100° anniversario di fondazione del CAI Grigne. Un logo che ha preso vita dalla fantasia e dai pastelli di una sessantina di alunni frequentanti all’epoca la quinta elementare (oggi sono in prima media) che hanno partecipato al concorso indetto dalla sezione: nessuna indicazione, piena libertà di muoversi sul foglio bianco, hanno dato come risultato 35 loghi. Solo uno però ha spiccato su tutti, ed è stato selezionato dopo un sondaggio interno, quello di Cristina Agliati: un’aquila al centro, tre cime ognuna con un numero sulla punta a formare la cifra 100, il tutto circondato da foglioline e dalla scritta CAI GRIGNE – 1924-2024 – MANDELLO DEL LARIO (questa aggiunta dalla sezione) e la scritta CAI con la A a forma di montagna a sovrastare il cerchio. Questo, insieme a tutti gli altri loghi, compongono la copertina del calendario CAI Grigne 2024.

Il calendario CAI Grigne 2024 è disponibile presso la Sede Sociale. Vi aspettiamo per ritirare le ultime copie !!!!

Noleggio ARTVA e CIASPOLE

ciaspoleCome ogni anno la Sezione mette a disposizione dei soci appassionati di montagna tutti gli strumenti necessari per affrontare percorsi in ambiente innevato in tutta sicurezza. In particolare  ciaspole ed ARTVA.

Per informazioni e prenotazione del materiale, contattare la sede del CAI GRIGNE di Mandello del Lario, Via Riva dell’Ospizio Tel. 371.4757532 (WAPP / chiamare fuori orario lavorativo). Apertura settimanale il venerdi dalle 21.00 alle 23.00 ed il lunedi dalle 14.30 alle 16.30 (Semprevivi).

Il rifugio Elisa nel cuore, un DAE per il rifugio Elisa

photo-2022-05-17-17-35-25Il rifugio Elisa, definito dal grande Giancarlo Mauri come il più romantico ristoro delle Grigne, è da sempre nel cuore degli escursionisti mandellesi e fiore all’occhiello della locale Sezione Cai. Inugurato nel lontano 1927, diventa subito un punto di riferimento per i mandellesi che in breve tempo avrebbero cominiciato a salire la montagna per divertimento piuttosto che per motivi di lavoro.

La strategica posizione dell’edificio fece si che durante la guerra partigiana diventasse una comoda base d’appoggio anche per i resistenti che trovavano nelle profonde vallate delle Grigne un sicuro territorio da dove sferrare le loro incursioni. Giorni bui che portarono alla parziale distruzione del rifugio, risorto poi dalle sue ceneri ed inaugurato una seconda volta nel 1947.

Nel tempo poi un susseguirsi di eventi e migliorie… ricordiamo tra le altre cose il Trofeo delle Grigne, Evangelista Ferrario a.m., la cui prima edizione risale al lontano 1996. La storica corsa in montagna “Molina – Rifugio Elisa”, una delle prime nel suo genere. Ricordiamo il recente ampliamento del rifugio che lo scorso anno ha visto l’inaugurazione di una nuova cucina e sala pranzo. Un nuovo rifugio, all’altezza della crescente frequentazione ed esigenze degli escursionisti!

E veniamo a noi… una piccola richiesta a tutti gli amanti della montagna e del rifugio Elisa in genere. Un piccolo contributo per dotare il rifugio Elisa di un DAE, un defribillatore automatico esterno. 

Sempre più escursionisti frequentano la montagna. Cerchiamo di rendere quindi questa frequentazione più consapevole e sicura offrendo loro un servizio aggiuntivo!

Un sentito ringraziamento a tutti i nostri sostenitori.

Accedi qui per la donazione…

Obbligo di pubblicazione dei contributi pubblici relativi all’anno 2022

Il 30 giugno prossimo scade un termine importante per quanto riguarda molti enti non profit, relativo all’obbligo di pubblicazione dei contributi pubblici ricevuti nell’esercizio precedente, qualora questi siano pari o superiori a 10.000 euro.

L’obbligo in questione si applica in primo luogo alle associazioni, alle fondazioni e alle Onlus che hanno ricevuto sovvenzioni, sussidi, vantaggi, contributi o aiuti, in denaro o in natura, non aventi carattere generale e privi di natura corrispettiva, retributiva o risarcitoria, pari o superiori a 10.000 euro, da parte:

  • delle pubbliche amministrazioni di cui all’art. 1, c. 2 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165;
  • dei soggetti di cui all’art. 2-bis del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33. Fra essi rientrano anche le società in controllo pubblico, così come le associazioni, le fondazioni ed in generale gli enti di diritto privato con bilancio superiore a 500.000 euro di entrate annuali, la cui attività sia stata finanziata in modo maggioritario per almeno due esercizi finanziari consecutivi nell’ultimo triennio da pubbliche amministrazioni e in cui la totalità dei componenti dell’organo d’amministrazione o di indirizzo sia designata da pubbliche amministrazioni.

L’obbligo scatta solo nel momento in cui gli enti menzionati (associazioni, fondazioni e Onlus da un lato, società dall’altro) abbiano ricevuto contributi pubblici per una cifra pari o superiore a 10.000 euro: il riferimento è l’esercizio finanziario precedente cioè, per gli enti che hanno l’esercizio sociale coincidente con l’anno solare, il periodo che va dal 1° gennaio al 31 dicembre 2022.

Una fondamentale novità rispetto alla formulazione originaria della disposizione è che non tutte le risorse provenienti dalle pubbliche amministrazioni rientrano nel plafond dei 10.000 euro, ma solamente quelle relative a “sovvenzioni, sussidi, vantaggi, contributi o aiuti, in denaro o in natura, non aventi carattere generale e privi di natura corrispettiva, retributiva o risarcitoria”.

Ciò significa che eventuali apporti economici di natura corrispettiva (commerciale) con gli enti pubblici non rientrano nel computo dei 10.000 euro, così come quelli dovuti dalla pubblica amministrazione a titolo di risarcimento; vi rientrano invece i contributi concessi dall’ente pubblico a titolo di liberalità oppure dietro presentazione di uno specifico progetto da parte dell’associazione.

I contributi possono essere non solo in denaro ma anche “in natura”. La circolare n. 2 dell’11 gennaio 2019 ha precisato che si intendono quindi ricomprese anche le risorse strumentali, quali ad esempio un bene mobile o immobile concesso in comodato dalla pubblica amministrazione: in tal caso si dovrà chiedere alla stessa di comunicare il valore del bene, il quale dovrà essere indicato nel rendiconto. Qualora non fosse possibile individuare una cifra precisa, è consigliabile fare riferimento a quello che è il valore di un bene simile o analogo sul mercato.

La novità più importante recata dalla circolare ministeriale n. 6 del 25 giugno 2021 riguarda le somme ricevute a titolo di 5 per mille, le quali non sono da considerare nei contributi pubblici disciplinati dalla Legge 124 del 2017 e non vanno quindi conteggiate nel “plafond” dei 10.000 euro.

Discorso a parte deve essere invece fatto per il 2 per mille: in base alle indicazioni per la rendicontazione del contributo emesse dal Ministero della Cultura, le somme ricevute a titolo di 2 per mille devono essere conteggiate nel plafond dei 10.000 euro. 

Ai fini della pubblicazione occorre tenere conto dei contributi “effettivamente erogati”: ciò significa che vanno conteggiate solo le somme che l’ente ha effettivamente incassato nel corso dell’esercizio finanziario precedente e non quelle che sono state solamente stanziate dall’ente pubblico ma non ancora incassate dall’organizzazione.

La circolare ministeriale n. 2 dell’11 gennaio 2019 ha inoltre chiarito che il limite dei 10.000 euro deve essere inteso in senso cumulativo, riferendosi al totale degli apporti pubblici ricevuti e non alla singola erogazione:

La circolare ministeriale n. 2 dell’11 gennaio 2019 ha specificato che le informazioni devono essere pubblicate in modo schematico e comprensibile per il pubblico, individuando come necessarie le seguenti voci:

  1. denominazione e codice fiscale del soggetto ricevente (l’associazione);
  2. denominazione del soggetto erogante (la pubblica amministrazione);
  3. somma incassata (per ogni singolo rapporto giuridico);
  4. data di incasso;
  5. causale (ovvero la descrizione relativa al motivo per cui tali somme sono state erogate: ad esempio, come “liberalità” oppure come “contributo in relazione ad un progetto specifico presentato dall’ente”).

La circolare ministeriale n. 2 dell’11 gennaio 2019 ha ammesso, per le organizzazioni che non hanno il sito internet, la possibilità di utilizzare la pagina Facebook dell’ente. Sempre secondo la circolare, qualora l’organizzazione non avesse nemmeno la pagina Facebook, l’obbligo può comunque essere adempiuto pubblicando i contributi sul sito internet della rete associativa alla quale l’ente aderisce.

Come conseguenza dell’inosservanza dell’obbligo di pubblicazione è prevista, sia per associazioni/fondazioni/Onlus che per le società, in prima battuta una sanzione economica pari all’1% degli importi ricevuti, con un importo minimo di 2.000 euro, oltre alla sanzione accessoria dell’obbligo di pubblicazione. Se da tale contestazione passano 90 giorni e l’organizzazione non provvede alla pubblicazione e al pagamento della sanzione, si avrà l’ulteriore sanzione della restituzione integrale delle somme ricevute. Ecco quindi le somme ricevute dalla nostra Sezione (CF 83009060134) dall’ Amministrazione Comune Mandello del Lario durante l’anno 2022:

DATA DESCRIZIONE C/C 7110
07-gen Rimborso spese pannello celebrativo spedizione al Mckinley 3.500,00 €
11-feb Contributo convenzione segnaletica sentieri 10.000,00 €
02-dic Contributo sponsorizzazione Trofeo delle Grigne 400,00 €

Notiziario 2023

CopertinaOltre che alle attività delle Commissioni proporremo quest’ anno i consueti eventi a partire dall’Assemblea Ordinaria (venerdì 31 marzo). Si prosegue poi con il momento di raccoglimento con gli amici del Coro Grigna (maggio – giugno). Arriviamo quindi all’attesa quinta edizione del TGS – Trail delle Grigne Sud (sabato 30 settembre). Si continua poi con il Trofeo Evangelista Ferrario a.m. (domenica 15 ottobre).
Da definirsi invece gli eventi più conviviali quali la Cena Sociale e la Castagnata d’ottobre. Dicembre è invece tempo di auguri e quindi l’appuntamento classico è con la Giornata delle Associazioni e gli Auguri Natale con il Coro Grigna.

Leggiamo quindi quanto fatto nel 2022 e le proposte del 2023. Notiziario 2023.

Leggiamo inoltre l’articolo completo di un’avventura estiva al rifugio Bietti-Buzzi. Storia di una Estate Speciale!

Tesseramento 2023

bollino2023E’ partita la campagna tesseramenti 2023. Sul Bollino CAI dell’anno 2023 sarà ricordato il 50° anniversario della prima salita dell’Everest, il 5 maggio 1973 i primi italiani sul tetto del mondo. Diversi italiani avevano scalato il K2 con i suoi 8611 metri, ma nessuno aveva conquistato l’Everest. Ed era proprio questo l’obiettivo della “spedizione Monzino” (da Guido Monzino, uno dei più grandi esploratori), composta da 55 militari della Scuola alpina di Aosta e da otto civili.  Una spedizione che durò ben tre mesi.  Vai al video su youtube.
I primi italiani a toccare la vetta situata a 8848 metri furono il ventisettenne sergente alpino Minuzzo e il commilitone ventunenne Rinaldo Carrel, di Valtournenche, insieme agli sherpa Shambu Tatang e Lhakpa Tenzing.
Il giorno successivo salirono Plaudo Benedetti, Virginio Epis e Fabrizio Innamorati.
Poi arrivò il maltempo e il tentativo con una terza cordata fu annullato.

Ricordiamo che il Tesseramento Cai include la copertura del Soccorso Alpino su tutto il terrirorio Alpino e la possibilita’ delle seguenti integrazioni:

  • Assicurazione RC in attivita’ personale…..12,50 EURO
  • Assicurazione infortunio in attivita’ personale…..122,00 EURO

Il rinnovo può essere effettuato presso la sede della nostra sezione ogni venerdì dalle 21.00 alle 23.00, entro e non oltre il 31 marzo per mantenere la continuità assicurativa e l’invio delle riviste.

Domenica 3 luglio 2022 – Inaugurazione ampliamento rifugio Elisa

Comunicato Cai Grigne: riceviamo e pubblichiamo la seguente nota appena ricevuta dagli operatori di volo: “purtroppo date le limitazioni di volo che abbiamo avuto in questi giorni (NOTAM) non possiamo garantire il servizio per domenica. Si ringrazia per la comprensione”. Ci scusiamo con quanti avevano programmato di salire al rifugio Elisa in elicottero.

Notiziario 2022

zucco-sileggioOltre che alle attività delle Commissioni proporremo quest’ anno i consueti eventi a partire dall’Assemblea Ordinaria (venerdì 25 marzo). Si prosegue poi con il momento di raccoglimento con gli amici del Coro Grigna (maggio – giugno). Arriviamo quindi all’attesa quinta edizione del TGS – Trail delle Grigne Sud (sabato 1 ottobre). Si continua poi con il Trofeo Evangelista Ferrario a.m. (domenica 16 ottobre).
Da definirsi invece gli eventi più conviviali quali la Cena Sociale e la Castagnata d’ottobre. Dicembre è invece tempo di auguri e quindi l’appuntamento classico è con la Giornata delle Associazioni e gli Auguri Natale con il Coro Grigna.

Leggiamo quindi quanto fatto nel 2021 e le proposte del 2022. Notiziario 2022.

Facebook ed Instagram, vieni a trovarci!

142Da oggi siamo disponibili sulle piattaforme Facebook e Instagram. Vieni a trovarci !!

https://urldefense.com/v3/__https://m.facebook.com/pages/category/Nonprofit-Organization/CAI-Grigne-Mandello-144886485705419/__;!!Kjv0uj3L4nM6H-I!1tF8PQADhduFcyFc1vPDHQCcycZ-Q8Lj2DXWFblBC88tYsckzJp5w1SHNUo$

https://urldefense.com/v3/__http://www.instagram.com/caigrigne__;!!Kjv0uj3L4nM6H-I!1tF8PQADhduFcyFc1vPDHQCcycZ-Q8Lj2DXWFblBC88tYsckzJp5loG3cNM$

Tesseramento 2022

bollino-2022Sul Bollino CAI dell’anno 2022 sarà ricordato il 150° anniversario della prima salita della Parete Est del Monte Rosa.
Era il 22 luglio del 1872 quando i britannici Richard, William Martin Pendlebury e Charles Taylor, le guide Giovanni Oberto, Ferdinand Imseng e Gabriel Spechtenhauser, austriaco, riuscirono a raggiungere la Höchste Spitze (l’attuale Dufour) 4634 m risalendo il canalone che sarà poi denominato Marinelli.
Quindi nel 2022 sulle oltre trecentomila tessere CAI, distribuite in tutta l’Italia, sarà raffigurata la parete est del Monte Rosa che è la parete più alta delle Alpi (2600 metri di dislivello per una larghezza complessiva di circa 4 km ed è l’unica parete di tipo himalayano d’Europa.

Ricordiamo che il Tesseramento Cai include la copertura del Soccorso Alpino su tutto il terrirorio Alpino e la possibilita’ delle seguenti integrazioni:

  • Assicurazione RC in attivita’ personale…..12,50 EURO
  • Assicurazione infortunio in attivita’ personale…..122,00 EURO

Il rinnovo può essere effettuato presso la sede della nostra sezione ogni venerdì dalle 21.00 alle 23.00, entro e non oltre il 31 marzo per mantenere la continuità assicurativa e l’invio delle riviste.